PAOLOGARRISI.COM

Il blog del blogger d'Abruzzo Paolo Garrisi, maresciallo della Marina militare | News concorsi Marina, Esercito, Aeronautica, Carabinieri, Polizia, Polizia Penitenziaria, Guardia di Finanza, Corpo Forestale, Vigili del Fuoco
12 ottobre 2009

C’era una volta il “Balena Bianca Multiclub”. Prologo o epilogo?

Tempo fa (esattamente il 22 gennaio scorso) scrissi un articolo sul mio blog personale paologarrisi.com riguardo il mitico locale della . Gli abitanti di Città Sant’Angelo e non solo ricordano con entusiasmo quegli anni tra l’80 e 90, in cui noi gioventù della classe 50-60-70, frequentavamo assiduamente uno dei locali, se non il locale più bello e famoso della costa tra Ortona e Giulianova. Era una tra le mete più frequentate dove passare una bellissima serata con gli amici, giocare a bowling, biliardino, ping pong, mangiare la pizza ordinandola per via telematica oppure spassarcela con i mitici Vincenzo Olivieri e Marco Papa. Ahimè, tempi che furono. Sempre sul mio blog segnalavo con questo articolo il degrado e l’abbandono più completo per quel mitico tempio del divertimento, perchè caso ha voluto, che io acquistassi la mia prima casa, proprio sopra la Balena Bianca. Beh mi riprometto di farvi vedere delle foto e dei video girati proprio là sotto dato che qualche tempo fa ispezionai, insieme all’amministratore di condominio Davide Nicoletti ed un perito ingegnere, la situazione delle nostre fondamenta considerando il terremoto del 6 aprile scorso. Capite bene che i locali della Balena rappresentano le fondamenta di casa mia e dopo il sisma la paura di veder sprofondare la propria casa era troppa. Decidemmo così di ispezionare, filmare e fotografare, tutti i locali sotterranei per valutare eventuali cedimenti strutturali. Beh, non vi dico quello che hanno visto i nostri occhi. Marina di Città Sant’Angelo ha una piscina sotterranea e tutt’un mondo ricco di fauna e flora sommersa, così ben strutturato e così ben insediato da far invidia anche alla raccapricciante scenografia del film Jurassic Park. Insomma uno schifo per ciò che concerne l’igiene. E poi comunque in termini di sicurezza l’ingegnere venuto lì apposta per la nostra perizia non presagiva niente di bello. Bisognava agire con qualche intervento “tampone” al più presto. Morale della favola: dall’estate scorsa giungiamo ai giorni d’oggi e quale bella notizia vi do?? Che finalmente l’ex è stata aggiudicata all’asta al miglior offerente (o forse regalata all’unico acquirente presente). Ahhhhhh, gioia immensa, gaudio e felicità, mi sono detto tra me e me appena saputo da Miriam al telefono (la mia vicina di casa). Che bello, bellissimo, finalmente possiamo sperare in una nuova rinascita della nostra proprietà, in una messa al sicuro di tutto il sotterraneo e di una sana pulizia e ripristino di quello che fino ad ora non era nient’altro che una palude. Che Dio ce la mandi buona e speriamo di aver messo la parola fine alle nostre paure (giustificate anche per la sicurezza dei nostri figli). Presto vi aggiornerò meglio sulla situazione e sui progetti che i nuovi acquirenti hanno per quei locali, quelli che una volta aiutavano noi maschietti ad “attrezzare” la seratina.

Ultimi aggiornamenti articolo:

There are no revisions for this post.

Post Correlati

Tags:, ,

Lascia un Commento




Refresh



Switch to desktop version
Caro internauta, benvenuto nel mio blog!!

Questo sito e gli strumenti di terzi utilizzati al suo interno,
si avvalgono di cookie (tecnici e di profilazione) per:

- il corretto funzionamento del sito
- generare delle statistiche di navigazione
- mostrarti pubblicità in modo non invasivo
- mostrarti i miei social network attraverso i pulsanti sociali

Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più, clicca qui e consulta la cookie policy del mio blog.