PAOLOGARRISI.COM

Il blog del blogger d'Abruzzo Paolo Garrisi, maresciallo della Marina militare | News concorsi Marina, Esercito, Aeronautica, Carabinieri, Polizia, Polizia Penitenziaria, Guardia di Finanza, Corpo Forestale, Vigili del Fuoco
30 maggio 2011

Come nasce un sito internet: “Il nome a dominio.”

Da questo numero di Blognotes iniziamo una serie di articoli dedicati alla creazione di un sito internet. Attraverso alcuni consigli tecnici, vi darò le nozioni basiche per la realizzazione di un sito internet.La prima lezione è dedicata alla scelta e alla registrazione del nome a dominio. Ma che cos’è un dominio e perchè è così importante? Per dominio si intende il nome univoco con cui  vogliamo identificare il nostro portale su internet. Esso è formato da due parti: la parte prima del punto che è il nome vero e proprio del sito e poi quella dopo il punto che identifica due cose ossia l’area geografica oppure la categoria del sito (Per indenderci: è usato per siti italiani, .fr per siti francesi, .de per siti tedeschi. E ancora .com e .biz per siti legati ad un’attività commerciale, i .org per siti di associazioni o enti ecc…). Una volta deciso il nome, accertiamoci che il dominio sia effettivamente libero attraverso la fase vera e propria di registrazione. Per questo passaggio utilizziamo i Registrar ossia società private che dispongono sia dei sistemi tecnici necessari per verificare la libertà o meno di un nome a dominio e sia l’autorizzazione per la registrazione del nome stesso. I Registrar più famosi e usati in Italia sono: Aruba (www.aruba.it) e Register (www.register.it). I costi per registrare un dominio? Cifre che variano dalle 30 alle 50 euro, annuali. Sì, perchè è bene specificare che un nome a dominio non si acquista per sempre ma ne viene acquisito solo il diritto per un tempo limitato (da 1 a 5 anni). Un ultimo punto riguarda la registrazione dei : è giusto specificare che tale domini sono gestiti dal Registro italiano dei (www.nic.it) e possono essere registrati solo dalle persone fisiche o giuridiche residenti o appartenenti ad un Paese membro dell’Unione Europea. Dopo aver sottoscritto un contratto con un Registrar accreditato (Esempio: Aruba.it o Register.it), è importante inviare una lettera di assunzione responsabilità (LAR) alla Registration Authority per ottenere la registrazione del dominio. In Italia il Registro è in definitiva l’anagrafe dei domini Internet .it. Soltanto qui è possibile chiedere, modificare o cancellare uno o più . e corrisponde all’Istituto di Informatica e Telematica del CNR di Pisa.

http://www.paologarrisi.com

Ultimi aggiornamenti articolo:

There are no revisions for this post.

Post Correlati

Tags:, , ,

Lascia un Commento




Refresh



Switch to desktop version
Caro internauta, benvenuto nel mio blog!!

Questo sito e gli strumenti di terzi utilizzati al suo interno,
si avvalgono di cookie (tecnici e di profilazione) per:

- il corretto funzionamento del sito
- generare delle statistiche di navigazione
- mostrarti pubblicità in modo non invasivo
- mostrarti i miei social network attraverso i pulsanti sociali

Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più, clicca qui e consulta la cookie policy del mio blog.