|
Articolo visitato 9.483 volte

Blizzard e neve in Abruzzo: le mie impressioni

Oggi c’è un sole ed un caldo incredibile, uno spettacolo per gli occhi e per la mente proprio niente a che vedere con l’inferno di quei giorni. E invece è passata esattamente una settimana da quel venerdì 10 febbraio 2012 in cui proprio a quest’ora rientravo a casa dal lavoro. I telegiornali ci avevano tempestato di previsioni e avvertimenti in continuazione ma mai pensavo di trovarmi davanti , un evento così massiccio ed eccezionale: tornando da Ancona col treno venerdì scorso, non sembrava così grave. Quella mattina ad Ancona era tutto tranquillo e lo stesso è stato per tutto il tragitto sul treno fino a Porto d’Ascoli. Poi passando il confine delle Marche, ecco che qualcosa cambia nello scenario e dal finestrino comincia  a trapelare un’angoscia: un fittissimo blizzard (così lo chiamano questo vento gelido che spara raffiche di ghiaccio e neve tipico del nord America) si imponeva nel territorio di Alba Adriatica in Abruzzo, e così per tutto il mio tragitto fino a casa. Scendere poi alla stazione di Montesilvano (Pescara) è stata un’impresa per non parlare della camminata dalla stazione fino a raggiungere casa mia: beh, la nazionale adriatica negli orari di punta è come attraversare la route 66 negli orari di punta ma in quel frangente era tutto deserto… deserto di neve ovviamente!! Così è stato dalla stazione di Montesilvano fino a raggiungere il ponte Saline e quindi Città Sant’Angelo (Pescara) e qui lo scenario è cambiato ancora: centinaia di auto e camion incolonnate e ferme, senza spostarsi di un millimetro. In effetti tanti mezzi, senza catene, si erano messe in mezzo alla strada, bloccando completamente il traffico verso l’autostrada A14 e Silvi marina. Mai vista una cosa del genere. Che dire, ho visto tanta esasperazione negli occhi delle persone bloccate nei mezzi, alchè una volta arrivato a casa mi sono armato di volontà, ho preparato del caffè caldo, l’ho messo nei thermos, poi ho preso biscotti e cioccolatini e sono sceso in strada. Ho cominciato così la distribuzione tra le forze dell’ordine, protezione civile e i poveri malcapitati. Penso di aver fatto una buona azione: l’emergenza era ai massimi livelli e volevo far qualcosa per alleviare i disagi ma spero di non assistere più ad uno spettacolo del genere.

Clicca qui per vedere le foto dalla mia Galleria fotografica, dell’eccezionale nevicata in Abruzzo a marina di Città Sant’Angelo, Montesilvano (Pescara) e Pineto.

Ultimi aggiornamenti articolo:

Post Correlati

  • No Related Post
Tags:, , , , , ,
Scritto da Paolo Garrisi il 17 febbraio 2012. Catalogato sotto In Evidenza, Secondo me.... Puoi seguire ogni commento a questo post attraverso il RSS 2.0. Puoi andare giù e lasciare un commento. Pingare non è al momento permesso.

Lascia un Commento


Refresh



Collegati o Registrati

Galleria Fotografica

Nuoto concorso Marina militare Preselezione concorso Marina militare Piegamenti concorso Marina militare Addominali concorso Marina militare Test psicologici concorso Marina militare 2 Test psicologici concorso Marina militare

Commenti Recenti

  • DAVIDE: superate le prove?
  • Giuseppe: Caro Vendice, quella frase mi è stata detta da un Maresciallo dell’Aeronautica. Inoltre ho avuto la...
  • Vendice: Il buon Peppe scrisse : …ho sentito dire che troppe raccomandazioni sono negative in quanto gli...
  • Giuseppe: Marisa, ciò che dici non è del tutto vero. Certo, le raccomandazioni aiutano, ma non così tanto come si...
  • fast733: Salve, leggendo la vostra discussione mi verrebbe di rispondere… E se noi bloggers ci unissimo in un...
Versione Mobile o Smartphone

Statistiche del blog