|
Articolo visitato 19.010 volte

L’Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli è il nuovo Capo di Stato Maggiore della Marina militare

Cambia il comando della Marina militare italiana. Venerdì 2 marzo 2012 si è svolto presso il Palazzo Marina a Roma, alla presenza del Ministro della Difesa Giampaolo Di Paola e il Capo di Stato Maggiore della Difesa Gen. Biagio Abrate,  il passaggio di consegna per il comando della nostra Forza Armata tra l’Amm. Bruno Branciforte e il nuovo Capo di Stato Maggiore della Marina militare, l’Amm. di Squadra .

Ecco alcune dichiarazioni dell’Ammiraglio Binelli Mantelli, durante la cerimonia per il passaggio di consegna del prestigioso incarico:

“Una grande responsabilità e la piena consapevolezza di essere al totale servizio della Nazione degli uomini e delle donne che ogni giorno dedicano con coraggio, appassionata dedizione e umiltà, le loro professionalità alla Marina”.

Poi, durante il discorso, un riferimento ai nostri colleghi del Battaglione San Marco e , prigionieri in India.

“Siamo sempre vicini ai nostri Sottufficiali del Reggimento San Marco in India e sempre accanto alle loro famiglie.”

Dobbiamo fare di tutto per riportare i nostri ragazzi a casa. Proprio stamattina leggiamo su tutti i quotidiani che i nostri Marò sono finiti nelle carceri indiane, in base al giudizio dei giudici di Kollam.

Ci auguriamo che presto le cose si risolvano e al nuovo Capo di Stato Maggiore della Marina militare italiana, vanno da parte mia, i più fervidi “In bocca al lupo Ammiraglio!!”

Ascolta il discorso dell’Ammiraglio di Squadra Luigi Binelli Mantelli

Ecco la biografia dell’Ammiraglio di Squadra Luigi Binelli Mantelli.

L’Ammiraglio di Squadra Luigi Binelli Mantelli è nato a Breno (Brescia) il 4 dicembre 1950.
Ha frequentato il Collegio Navale Morosini di Venezia e poi l’Accademia Navale di Livorno dal 1969 al 1973.È laureato in Scienze Marittime Navali.
Al termine degli studi ha iniziato il periodo d’imbarco a bordo del Cacciatorpediniere Audace (1973-74).
Successivamente è stato imbarcato sul Cacciatorpediniere Ardito (1974-76) ed ha ricoperto l’incarico di Capo Servizio Operazioni sulla Fregata Carabiniere (1978-80) e sull’Incrociatore Vittorio Veneto (1984-86).
Ha comandato il Cacciamine Platano (1980-81), la Corvetta Albatros (1981-82), la Fregata Grecale (1989-90) e l’Incrociatore Giuseppe Garibaldi (1994-1996) partecipando, in particolare, all’operazione United Shield in Somalia nel 1995.
Dall’ottobre 1999 all’ottobre 2001 è stato il primo Comandante del neo-costituito Gruppo Navale Italiano (COMGRUPNAVIT) nonché (dal 30 ottobre 2000) Comandante della Forza Anfibia Ispano-Italiana (COMSIAF).
Nelle destinazioni a terra ha assolto molteplici incarichi sia a carattere Operativo, presso il Comando della Squadra Navale (Capo Servizio IOC) e lo Stato Maggiore Marina (Capo Ufficio Operazioni del 3° Reparto), e sia relativi alla formazione del personale (Comandante ai corsi in Accademia Navale – Capo Ufficio Studi dell’ Ispettorato Scuole).
Dal 1997 al 1999 è stato Capo Ufficio Pianificazione Generale e Finanziaria e dal 2001 al 2004 Capo del 3° Reparto Piani e Operazioni dello Stato Maggiore Marina.
Dal 10 Marzo 2004 al 18 aprile 2007 è stato Capo Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore della Difesa (Ammiraglio Di Paola).Dal 30 aprile 2007 al 20 aprile 2009, ha ricoperto l’incarico di Sottocapo di Stato Maggiore della Marina.
In qualità di Comandante in Capo della Squadra Navale, dal 29 aprile 2009 al 22 febbraio 2012, ha condotto, per la componente marittima nazionale, numerose operazioni quali l’operazione umanitaria a favore della popolazione terremotata di Haiti, il contributo alle operazioni antipirateria in oceano indiano della Nato e dell’Unione Europea, le operazioni nazionali e Nato connesse alla Crisi Libica.
Oltre ai corsi di specializzazione ha frequentato il “Corso Superiore di Stato Maggiore” presso l’Istituto di Guerra Marittima di Livorno (1986-87) e la “48ª sessione dell’ Istituto Alti Studi Difesa” presso il Centro Alti Studi Difesa di Roma (1996-97) e nel 2002 il “General and Flag Officers Corse” presso il Nato Defence College.
E’ stato promosso Contrammiraglio il 1° luglio 1998, Ammiraglio di Divisione il 1° luglio 2002 e Ammiraglio di Squadra il 1° luglio 2007.
Dal 2 marzo 2012 è il Capo di Stato Maggiore della Marina.
E’ insignito delle seguenti onorificenze:
Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”;
Medaglia Mauriziana al Merito di 10 lustri di anzianità militare di servizio;
Medaglia d’Oro per lungo comando;
Medaglia d’Argento “per la lunga navigazione nella Marina Militare” (15 anni);
Croce d’Oro con Stelletta “per anzianità di servizio” (40 anni);
Croce Commemorativa per le benemerenze acquisite con la partecipazione alle Operazioni in Somalia;
Nastrino di merito per il servizio prestato allo Stato Maggiore Difesa;
Nastrino di merito per il servizio prestato allo Stato Maggiore Marina.
Particolari interessi: sport velico, storia militare, giochi strategici per computer, felini.

Fonte: sito istituzionale della Marina militare

Ultimi aggiornamenti articolo:

Post Correlati

Tags:, ,
Scritto da Paolo Garrisi il 5 marzo 2012. Catalogato sotto In Evidenza, News dal mondo, Secondo me.... Puoi seguire ogni commento a questo post attraverso il RSS 2.0. Puoi andare giù e lasciare un commento. Pingare non è al momento permesso.

Lascia un Commento


Refresh



Collegati o Registrati

Galleria Fotografica

Test psicologici concorso Marina militare Nuoto concorso Marina militare Addominali concorso Marina militare Piegamenti concorso Marina militare Preselezione concorso Marina militare Test psicologici concorso Marina militare 2

Commenti Recenti

  • DAVIDE: superate le prove?
  • Giuseppe: Caro Vendice, quella frase mi è stata detta da un Maresciallo dell’Aeronautica. Inoltre ho avuto la...
  • Vendice: Il buon Peppe scrisse : …ho sentito dire che troppe raccomandazioni sono negative in quanto gli...
  • Giuseppe: Marisa, ciò che dici non è del tutto vero. Certo, le raccomandazioni aiutano, ma non così tanto come si...
  • fast733: Salve, leggendo la vostra discussione mi verrebbe di rispondere… E se noi bloggers ci unissimo in un...
Versione Mobile o Smartphone

Statistiche del blog